Un primo maggio per la ripresa e la rinascita –

Vi ricordiamo l’appuntamento con la Giornata del Lavoro della Confsal
La CONFSAL, per dare un segnale di speranza, quest’anno torna a celebrare il 1° maggio a Napoli, in Piazza del Plebiscito, seppur in misura ridotta, con le limitazioni e le norme imposte dall’epidemia. 
Pertanto, domani, a partire dalle h. 10,00 alle h. 12,00, potrete seguire la diretta dell’evento che si svolgerà in Piazza del Plebiscito: 
sul sito internet: www.confsal.it 

 

 

1°Maggio Confsal

Oggetto: Modello 730/2021 – Redditi 2020

Gentile Associata/o,
sono aperte le prenotazioni per la compilazione del Modello 730-2021 presso il Centro Assistenza Fiscale (CAF) del tuo sindacato, lo SNALS-Confsal di Udine.

Dal mese di aprile, potrai telefonare al n. 0432 21457 e fissare un appuntamento per la consegna della
documentazione relativa ai redditi percepiti e alle spese sostenute nell’anno 2020.

L’ufficio Caf sarà a tua disposizione per stampare le CU 2021 redditi 2020 rilasciate dall’INPS per pensionati o percettori di disoccupazione.

– Sede di Udine – Via R. D’Aronco n. 8 – piano terra – Telefono: 0432 21457
Orari di apertura al pubblico da maggio a luglio per prenotazioni e ritiro documenti:
Mattina: lunedì – mercoledì – giovedì – venerdì dalle 8:30 alle 12:30
Pomeriggio: lunedì – martedì – giovedì dalle 14:00 alle 18:00


– Sede di San Giorgio di Nogaro – Contattare la Sig.ra Elena Pesce al n. 347 2565254

Graduatorie III^ fascia ATA: domande dal 22 marzo al 22 aprile.

Aperta la procedura di aggiornamento delle graduatorie di circolo e di istituto di terza fascia del personale ATA valide per il triennio scolastico 2021/22 – 2022/23 – 2023/24
Presentazione delle domande dal 22 marzo al 22 aprile 2021.
N.B.! La consulenza alla compilazione delle domande è destinata ai soli associati  che si prenoteranno per tempo e avverrà unicamente in videoconferenza. Esaurita la limitata disponibilità dei consulenti SNALS – Confsal non sarà possibile accogliere ulteriori richieste.
Le modalità di prenotazione sono pubblicate nel documento sottostante.
COMUNICAZIONE SEGRETERIA SNALS DI UDINE
Nota prot. n. 9256 del 18 marzo 2021
DECRETO MINISTERIALE N. 50 DEL 03/03/2021

ISEE 2021 – prenotazioni presso il CAF Confsal ed istruzioni.

Presso il Caf dello Snals, sito a Udine via R. D’Aronco n. 8 piano terra, è possibile chiedere un appuntamento per la compilazione della DSU-ISEE 2021 telefonando al n. 0432 21457 negli orari di apertura al pubblico.

Lunedì 8,30-12,30 14,00-18,00
Martedì 14,00-18,00
Mercoledì 8,30-12,30
Giovedì 8,30-12,30 14,00-18,00

ELENCO DOCUMENTI PER LA COMPILAZIONE DELLA DSU-ISEE 2021* – SCADENZA ISEE 31.12.2021
*Per l’elenco completo consultare D.M. – Ministero del lavoro e delle politiche sociali 7.11.2014

PER IL DICHIARANTE

– documento d’identità in corso di validità, leggibile in ogni sua parte;
– carta di soggiorno per i cittadini extracomunitari.

PER IL NUCLEO FAMILIARE

– contratto di locazione registrato per coloro che risiedono in affitto (da cui desumere intestatario, estremi di registrazione e importo del canone annuale);
– per assegnatari d’alloggi pubblici (ATER), ultima fattura (bollettino) relativa all’affitto.

PER CIASCUN COMPONENTE DEL NUCLEO FAMILIARE

– codice fiscale o tessera sanitaria;
– certificazione attestante la condizione di invalidità, inabilità o handicap (se all’interno del nucleo ricorre tale casistica).

Redditi percepiti nel 2019

– Modello 730/2020 – Modello PF 2020 – CU 2020;
– Modello IRAP per gli imprenditori agricoli;
– redditi assoggettati a imposta sostitutiva o a ritenuta a titolo d’imposta: es. premi di risultato aziendale, redditi derivanti da prestazioni rese da incaricati alle vendite a domicilio, ecc.;
– redditi esenti da imposta, es. compensi percepiti per attività sportive dilettantistiche fino a euro 10.000,00, voucher, libretti famiglia, compensi per scrutatori, compensi percepito per i volontari del servizio civile, ecc.;
– redditi da lavoro prestato all’estero tassati esclusivamente all’estero;
– pensioni estere non indicate sulla dichiarazione dei redditi, es. AVS Svizzera;
– certificazione relativa ai redditi di lavoro prestato nelle zone di frontiera o altri paesi limitrofi;
– reddito lordo dichiarato ai fini fiscali nel paese di residenza dagli appartenenti al nucleo iscritti nelle anagrafi dei cittadini italiani residenti all’estero (AIRE);
– redditi fondiari di beni situati all’estero non locati soggetti alla disciplina dell’IVIE;
– trattamenti assistenziali, previdenziali e indennitari non soggetti a IRPEF (ad esclusione di quelli erogati dall’Inps o percepiti in ragione della condizione di disabilità), es. contributi comunali, regionali, sostegno al reddito, ecc.
– assegni periodici effettivamente percepiti nel 2019 dall’ex coniuge per sé e per i figli.

Patrimonio mobiliare, posseduto anche all’estero, nell’anno 2019

Saldo al 31/12/2019 e giacenza media annua 2019 (eventuale data inizio/data chiusura rapporto se avvenuta nel corso del 2019) delle seguenti componenti mobiliari:
– conti correnti bancari e postali;
– conto depositi a risparmio;
– libretti di risparmio postale;
– conto terzi/individuale globale;
– carte prepagate con IBAN.

Saldo al 31/12/2019 delle seguenti componenti mobiliari
– depositi bancari/postali, titoli di stato, obbligazioni, azioni, buoni fruttiferi, buoni fruttiferi, ecc.;
– azioni o quote di organismi di investimento collettivo di risparmio (O.I.C.R.) italiani o esteri;
– masse patrimoniali costituite da somme di denaro o beni in gestione a soggetti abilitati;
– contratti di assicurazione mista sulla vita e di capitalizzazione;
– altri strumenti e rapporti finanziari, es. carte prepagate senza IBAN, libretto Coop, ecc.;
– partecipazioni in società e imprese individuali: valore del patrimonio netto dell’ultimo bilancio approvato e, se non dovuto, delle rimanenze finali.

Patrimonio immobiliare posseduto, anche all’estero, al 31/12/2019

– certificazione attestante i dati degli immobili posseduti in Italia e all’estero: terreni (reddito dominicale), fabbricati rendita e categoria catastale), aree fabbricabili (valore venale);
– quota di capitale residua al 31/12/2019 di mutui contratti per l’acquisto o la costruzione degli immobili.

Autoveicoli e altri beni durevoli posseduti alla data della presentazione della DSU-ISEE

Per ogni veicolo (autoveicolo, motoveicolo di cilindrata di 500 cc o superiore, nave, imbarcazione da diporto) posseduto alla data di presentazione della DSU deve essere indicato: tipologia di veicolo, targa o estremi di registrazione presso il competente registro, indicazione dei proprietari all’interno del nucleo familiare.

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

Isee Corrente

I Requisiti per richiedere l’ISEE Corrente sono i seguenti:
possedere una dichiarazione ISEE in corso di validità;
variazione della condizione lavorativa di uno o più membri del nucleo familiare;
variazione del reddito familiare superiore al 25 per cento rispetto a quanto certificato nell’Isee ordinario.

Documenti da esibire:
– Estremi della Dsu ordinaria già presentata presso il ns. Caf;
– documentazione attestante la variazione della condizione lavorativa (es. lettera di licenziamento, cessazione partita IVA, ecc);
– tutti i trattamenti percepiti negli ultimi 12 mesi (solo per i dipendenti a tempo indeterminato, in alternativa, è possibile indicare tutti i trattamenti percepiti negli ultimi 2 mesi).

Prestazioni per il diritto allo studio Universitario e/o Minorenni con genitore non coniugato e non convivente

Se il genitore esterno non è coniugato né convivente con il genitore del beneficiario, è necessario verificarne la posizione.

Se il genitore non convivente rientra nella casistica “separato” tale genitore non sarà considerato in alcun modo nella Dsu del minore/studente.

Se ricorrono i seguenti casi, non occorre indicare i dati reddituali e patrimoniali del genitore esterno, ma solamente il suo codice fiscale, cognome e nome:
– è tenuto a versare assegni periodici per il mantenimento del figlio stabiliti dall’autorità giudiziaria;
– è escluso dalla potestà sui figli o soggetto a provvedimento di allontanamento dalla residenza familiare;
– è stata accertata dalle amministrazioni competenti l’estraneità del genitore in termini di rapporti affettivi ed economici;
– si è verificato uno dei casi di cui all’art. 3 della legge 1° dicembre 1970, n. 898 e successive modificazioni, ed è intervenuto un provvedimento di scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio (divorzio) contratto con l’altro genitore.

Se non ricorrono i suddetti casi, verificare ulteriormente la condizione del genitore esterno:
– il genitore è coniugato e/o ha figli con persona diversa dal dichiarante, risulta essere componente aggiuntiva;
– il genitore non rientra in nessuna delle predette condizioni, risulta essere componente attratta.
In questi ultimi due casi, oltre al codice fiscale, cognome e nome del genitore esterno, occorre il protocollo INPS della Dsu del genitore non convivente oppure dovranno essere inseriti i suoi dati reddituali e patrimoniali
Il genitore non convivente si considera facente parte del nucleo familiare del beneficiario della prestazione ai soli fini dell’accesso alle prestazioni “per figli minorenni o prestazioni per il diritto allo studio universitario”.

Prestazioni socio sanitarie residenziali a ciclo continuo

Data di richiesta del ricovero.
In caso di donazioni, di cespiti, indicare Codice Fiscale del beneficiario della donazione e dati completi dell’immobile.
Se il beneficiario della prestazione ha figli non compresi nel proprio nucleo, salvo il caso di
disabilità o non autosufficienza del figlio stesso o un suo componente del nucleo;
accertata estraneità affettiva ed economica del figlio stabilita con provvedimento;
per ogni figlio non compreso nel nucleo, occorre il protocollo INPS della Dsu oppure dovranno essere inseriti i dati reddituali e patrimoniali.

Ordinanze di chiusura per ragioni di pubblica incolumità e DDI.

In mancanza di previsione normativa che autorizzi la Didattica Digitale Integrata nei casi di ordinanza contingibile ed urgente di chiusura della scuola disposta per causa di forza maggiore da Sindaci o Prefetti il Dirigente Scolastico è garante della legittimità delle procedure e della puntuale applicazione della legge. Il servizio pubblico è regolato secondo il principio di legalità ed è per questo che solitamente funziona. Se ogni attore lo erogasse secondo le convenienze del momento non vivremmo in uno Stato di diritto. Tutta la legislazione speciale che regola la DDI riguarda esclusivamente il Covid, ogni altra materia va ricondotta a quanto previsto dalla normativa che regola ordinariamente le materie estranee alla pandemia in essere.

Pensionamenti dal 1^ settembre 2021- domande fino al 7/12/20

Con avviso dell’USR F.V.G. si pubblica il D.M. 12 novembre 2020 n. 159  relativo alle cessazioni dal servizio del personale scolastico dal 1 settembre 2021, unitamente alla circolare contenente le indicazioni operative.
Si allega la nostra  scheda riepilogativa dei pensionamenti secondo le modalità e i requisiti riportati nella Circolare ministeriale.
Vai alla documentazione

PERMESSI RETRIBUITI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO (150h)

Presentazione delle domande tramite la segreteria della propria scuola entro il 15 novembre.

LO SNALS CHIEDE L’ELIMINAZIONE DELLA CLAUSOLA RESCISSORIA PER I CONTRATTI COVID DEL PERSONALE ATA

Nonostante la nota MI 1870 del 14 ottobre avesse dato indicazioni per l’eliminazione della clausola rescissoria dai contratti a tempo determinato di tutto il personale della scuola assunto con l’organico aggiuntivo, il MEF ha dato corso alla disposizione della DGPER solo per il personale docente ed educativo.

Per lo Snals-Confsal la norma contenuta nel decreto 104 è chiara e non ammette eccezioni. Chiederemo al Ministero di sollecitare la direzione competente del MEF a completare l’esecuzione di quanto previsto dalla legge.

Abbiamo poi già denunciato l’assoluta insufficienza dei fondi stanziati per assicurare alle scuole l’organico aggiuntivo. Se vogliamo far ripartire le scuole in presenza dobbiamo assicurare le condizioni organizzative e funzionali per lo svolgimento in sicurezza delle attività didattiche. L’organico aggiuntivo è l’unica soluzione possibile ai problemi derivanti dalla mancanza di spazi adeguati ad ospitare in sicurezza le classi.

Sarebbe assolutamente colpevole, in ragione di logiche esclusive di bilancio, mettere a repentaglio la salute di alunni e personale.

Roma, 3/11/2020

Il Segretario Generale

(Elvira Serafini)

Diritto studio: permessi integrativi per l’anno solare 2020 (fino a dicembre)

Siglato l’accordo integrativo regionale che dà la possibilità agli interessati, di seguito descritti, di produrre domanda di accesso ai permessi per il diritto allo studio per il periodo rimanente a conclusione del presente anno 2020.

*Si ricorda, invece, che la domanda per la medesima tipologia di permessi valida per l’anno solare (gennaio/dicembre) 2021 sarà da presentare entro il 15 novembre successivamente all’emanazione di ulteriore Circolare diversa dalla presente a seguito di altro accordo.

INTERESSATI ALLA FRUIZIONE DEI PERMESSI

– docenti attualmente frequentanti i corsi di laurea in Scienze della Formazione Primaria destinatari di supplenza a seguito dell’inserimento nella II fascia delle GPS

– docenti che frequentano i percorsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità che non hanno potuto presentare domanda per l’anno solare 2020

Domande entro martedì 3 novembre 2020

da presentarsi sui modelli che ufficialmente arriveranno alle scuole in allegato alla Circolare che l’Amministrazione produrrà a breve.

Vai al modello.