Ricorso per il riconoscimento del servizio militare – Docenti precari

Lo SNALS – Confsal di Udine, a seguito delle sentenze del Cons. Stato N. 7376/2022 e 7383/2022, propone ai propri iscritti un ricorso finalizzato al riconoscimento del servizio di leva militare di leva e al servizio civile sostitutivo di quello di leva prestato non in costanza di rapporto.

Si specifica che coloro che hanno prestato il servizio civile dopo la cessazione dell’obbligo militare e quindi dopo il 30 giugno 2005 non possono ricorrere.

La tutela è finalizzata al conseguimento di 12 punti nelle graduatorie GPS e d’Istituto.
La medesima è destinata ai soli docenti precari in considerazione che la giurisprudenza per gli ATA è avversa.
I costi sono di 150€ più il contributo unificato di 259€ per i soli ricorrenti con reddito familiare complessivo superiore a 35.240,04€
Gli interessati possono rivolgersi a: contenzioso@snalsudine.it

Ricorso CARTA DOCENTE II°-2023

Lo Snals ConfSAL di Udine, dopo il pronunciamento del Consiglio di Stato e l’Ordinanza della Corte di Giustizia Europea, visto il consolidamento della giurisprudenza nei vari Tribunali d’Italia dove sono stati promossi ricorsi pilota, propone ai propri iscritti ricorsi individuali al giudice del lavoro volti ad ottenere il beneficio economico – tramite la carta del docente – di € 500,00 annuali per l’aggiornamento anche ai docenti precari per l’aggiornamento e la formazione del personale docente.

E’ possibile promuovere l’azione per il riconoscimento degli ultimi 5 anni contattando il seguente indirizzo.
contenzioso@snalsudine.it

COMPILAZIONE DELLA DSU-ISEE 2023

ELENCO DOCUMENTI PER LA COMPILAZIONE DELLA DSU-ISEE 2023* – SCADENZA ISEE 31.12.2023

*Per l’elenco completo consultare D.M. – Ministero del lavoro e delle politiche sociali 7.11.2014

La DSU va compilata in presenza e prevede l’apposizione della firma del dichiarante

Per il DICHIARANTE

  • documento d’identità in corso di validità, leggibile in ogni sua parte;
  • carta di soggiorno per i cittadini extracomunitari.

Per il NUCLEO FAMILIARE

  • contratto di locazione registrato per coloro che risiedono in affitto (da cui desumere intestatario, estremi di registrazione e importo del canone annuale);
  • per assegnatari d’alloggi pubblici (ATER), ultima fattura (bollettino) relativa all’affitto.

Per ciascun COMPONENTE DEL NUCLEO FAMILIARE

  • codice fiscale o tessera sanitaria (se non presente presso il ns. archivio);
  • certificazione attestante la condizione di invalidità, inabilità o handicap (se all’interno del nucleo ricorre tale casistica).
  • Redditi percepiti nel 2021
  • Modello 730/2022 – Modello PF 2022 – CU 2022 (se non presente presso il ns. archivio);
  • Modello IRAP per gli imprenditori agricoli;
  • redditi assoggettati a imposta sostitutiva o a ritenuta a titolo d’imposta: es. premi di risultato aziendale, redditi derivanti da prestazioni rese da incaricati alle vendite a domicilio, ecc.;
  • redditi esenti da imposta, es. compensi percepiti per attività sportive dilettantistiche fino a euro 10.000,00, borse di studio, voucher, compensi per scrutatori, compensi percepiti per i volontari del servizio civile, ecc.;
  • redditi da lavoro prestato all’estero tassati esclusivamente all’estero;
  • pensioni estere non indicate sulla dichiarazione dei redditi, es. AVS Svizzera;
  • certificazione relativa ai redditi di lavoro prestato nelle zone di frontiera o altri paesi limitrofi;
  • reddito lordo dichiarato ai fini fiscali nel paese di residenza dagli appartenenti al nucleo iscritti nelle anagrafi dei cittadini italiani residenti all’estero (AIRE);
  • redditi fondiari di beni situati all’estero non locati soggetti alla disciplina dell’IVIE;
  • trattamenti assistenziali, previdenziali e indennitari non soggetti a IRPEF (ad esclusione di quelli erogati dall’Inps o percepiti in ragione della condizione di disabilità), es. contributi comunali, regionali, assegni familiari percepiti dai dipendenti pubblici (in quanto non erogati dall’INPS), sostegno al reddito, ecc.
  • assegni periodici effettivamente percepiti nel 2021 dall’ex coniuge per sé e per i figli.
  • Patrimonio mobiliare, posseduto anche all’estero, nell’anno 2021

Saldo al 31/12/2021 e giacenza media annua 2021 (eventuale data inizio/data chiusura rapporto se avvenuta nel corso del 2021) delle seguenti componenti mobiliari:

  • conti correnti bancari e postali;
  • conti depositi a risparmio;
  • libretti di risparmio postale;
  • conto terzi/individuale globale;
  • carte prepagate con IBAN.

Saldo al 31/12/2021 delle seguenti componenti mobiliari:

  • depositi bancari/postali, titoli di stato, obbligazioni, azioni, buoni fruttiferi, ecc.;
  • azioni o quote di organismi di investimento collettivo di risparmio (O.I.C.R.) italiani o esteri;
  • masse patrimoniali costituite da somme di denaro o beni in gestione a soggetti abilitati;
  • contratti di assicurazione mista sulla vita e di capitalizzazione;
  • altri strumenti e rapporti finanziari, es. carte prepagate senza IBAN, libretto Coop, ecc.;
  • partecipazioni in società e imprese individuali: valore del patrimonio netto dell’ultimo bilancio approvato e, se non dovuto, delle rimanenze finali (compilare l’apposito modello).

 

  • Patrimonio immobiliare posseduto, anche all’estero, al 31/12/2021

 

  • certificazione attestante i dati degli immobili posseduti in Italia e all’estero: terreni (reddito dominicale), fabbricati (rendita e categoria catastale), aree fabbricabili (valore venale);
  • quota di capitale residua al 31/12/2021 di mutui contratti per l’acquisto o la costruzione degli immobili.
  • Autoveicoli e altri beni durevoli posseduti alla data della presentazione della DSU-ISEE

Per ogni veicolo (autoveicolo, motoveicolo di cilindrata di 500 cc o superiore, nave, imbarcazione da diporto) posseduto alla data di presentazione della DSU deve essere indicato: tipologia di veicolo, targa o estremi di registrazione presso il competente registro, indicazione dei proprietari all’interno del nucleo familiare.

Isee Corrente

I Requisiti per richiedere l’ISEE Corrente sono i seguenti:

  • possedere una dichiarazione ISEE in corso di validità;
  • variazione della condizione lavorativa di uno o più membri del nucleo familiare;
  • variazione del reddito familiare superiore al 25 per cento rispetto a quanto certificato nell’Isee ordinario.

Documenti da esibire:

  • Estremi della Dsu ordinaria già presentata presso il ns. Caf;
  • documentazione attestante la variazione della condizione lavorativa (es. lettera di licenziamento, cessazione partita IVA, ecc);
  • tutti i trattamenti percepiti negli ultimi 12 mesi (solo per i dipendenti a tempo indeterminato, in alternativa, è possibile indicare tutti i trattamenti percepiti negli ultimi 2 mesi).

Prestazioni per il diritto allo studio Universitario e/o Minorenni

con genitore non coniugato e non convivente

Se il genitore esterno non è coniugato né convivente con il genitore del beneficiario, è necessario verificarne la posizione.

Se il genitore non convivente rientra nella casistica “separato” tale genitore non sarà considerato in alcun modo nella Dsu del minore/studente.

Se ricorrono i seguenti casi, non occorre indicare i dati reddituali e patrimoniali del genitore esterno, ma solamente il suo codice fiscale, cognome e nome:

  • è tenuto a versare assegni periodici per il mantenimento dei figli stabiliti dall’autorità giudiziaria;
  • è escluso dalla potestà sui figli o soggetto a provvedimento di allontanamento dalla residenza familiare;
  • è stata accertata dalle amministrazioni competenti l’estraneità del genitore in termini di rapporti affettivi ed economici;
  • si è verificato uno dei casi di cui all’art. 3 della legge 1° dicembre 1970, n. 898 e successive modificazioni, ed è intervenuto un provvedimento di scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio (divorzio) contratto con l’altro genitore.

Se non ricorrono i suddetti casi, verificare ulteriormente la condizione del genitore esterno:

  • il genitore è coniugato e/o ha figli con persona diversa dal dichiarante, risulta essere componente aggiuntiva;
  • il genitore non rientra in nessuna delle predette condizioni, risulta essere componente attratta.

In questi ultimi due casi, oltre al codice fiscale, cognome e nome del genitore esterno, occorre il protocollo INPS della Dsu del genitore non convivente oppure dovranno essere inseriti i suoi dati reddituali e patrimoniali.

Il genitore non convivente si considera facente parte del nucleo familiare del beneficiario della prestazione ai soli fini dell’accesso alle prestazioni “per figli minorenni o prestazioni per il diritto allo studio universitario”.

Prestazioni socio sanitarie residenziali a ciclo continuo

Data di richiesta del ricovero.

In caso di donazioni, di cespiti, indicare Codice Fiscale del beneficiario della donazione e dati completi dell’immobile.

Se il beneficiario della prestazione ha figli non compresi nel proprio nucleo, salvo il caso di:

  1. disabilità o non autosufficienza del figlio stesso o un suo componente del nucleo;
  2. accertata estraneità affettiva ed economica del figlio stabilita con provvedimento;

per ogni figlio non compreso nel nucleo, occorre il protocollo INPS della Dsu oppure dovranno essere inseriti i dati reddituali e patrimoniali.

Diritto allo studio del personale in servizio per l’anno 2023

Le domande di accesso al beneficio andranno presentate al Dirigente scolastico entro il 15 novembre 2022.

Vedi la circolare, il CCIR o2/2021 che regola il diritto allo studio in FVG e il modello di domanda a questo link

DOMANDE PENSIONAMENTI 2023

Sono disponibili sul portale “istanze Online” le finestre per presentare domanda di pensionamento dal 1° settembre 2023. Le finestre compilabili sono tre. Le domande di pensionamento possono essere presentate dagli interessati entro il 21 ottobre 2022 per ATA e insegnanti e il 28 febbraio 2023 per i dirigenti scolastici.

NOMINE DA GPS DEL PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO, INCLUSO DELLE GAE OVVERO NELLE GPS, DESTINATARIO DELLA PROPOSTA DI STIPULA DEL CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

ATTENZIONE! RIELABORAZIONE NOMINE DA GPS DEL PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO, INCLUSO DELLE GAE OVVERO NELLE GPS, DESTINATARIO DELLA PROPOSTA DI STIPULA DEL CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO
LA MODIFICA DEL BOLLETTINO DI ASSEGNAZIONE DEI POSTI SOSTITUISCE E ANNULLA IL PRECEDENTE DEL 06.09.2022.
Si attenzionano i Dirigenti scolatici che ai fini dell’individuazione fa fede il bollettino allegato al presente dispositivo (trasmissione delle ore 23.00 del 07.09.2022), che annulla il sostituisce il precedente.
Indi non devono essere prese in considerazione, perché da intendersi annullate, le individuazioni recapitate con mail dalla procedura informatizzata che recano la data del 06.09.2022.

INDIVIDUAZIONE DEL PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO, INCLUSO DELLE GAE OVVERO NELLE GPS, DESTINATARIO DELLA PROPOSTA DI STIPULA DEL CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

Gli interessati dovranno assumere servizio presso le Istituzioni scolastiche di assegnazione in data 8 settembre 2022.
La rinuncia alla supplenza o la mancata assunzione in servizio entro il termine sopra indicato, comporta la perdita della possibilità di conseguire supplenze, in applicazione delle disposizioni di cui all’art. 14 dell’O.M. n.112/2022, sia sulla base delle GAE che delle GPS, nonché sulla base delle graduatorie di istituto, per tutte le classi di concorso e posti di insegnamento di ogni grado di istruzione cui l’aspirante abbia titolo per l’a. s. 2022/23. Inoltre, l’abbandono del servizio comporta la perdita della possibilità di conseguire supplenze, sia sulla base delle GAE e delle GPS che sulla base delle graduatorie di istituto, per tutte le graduatorie di tutti i posti o classi di concorso ove l’aspirante è inserito per l’intero periodo di vigenza delle graduatorie medesime.

GPS Udine per il biennio 2022-2023 e 2023-2024

In data 19/08/2022 sono state pubblicate le Graduatorie Provinciali di Supplenza di I e II fascia dell’Ambito di Udine per posti comuni e di sostegno del personale docente di ogni ordine e grado valevoli per il biennio 2022-2023 e 2023-2024 e le graduatorie incrociate per il sostegno della scuola secondaria di primo e secondo grado, nonché le graduatorie relative ai posti educazione motoria alla primaria.

L’impugnativa può avvenire con ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 giorni oppure ricorso giurisdizionale al competente T.A.R. entro 60 giorni.

In relazione ad eventuali segnalazioni inerenti alla valutazione dell’istanza, si richiama quanto indicato nell’Avviso prot. 6296 del 07/07/2022 e chiarito con Avviso prot. 7268 del04/08/2022 pubblicati sul sito www.usrfvg.gov.it .

https://www.dropbox.com/sh/8n11latlbp6o17i/AACnfs4QgI3Dn9q_m9EMQnB9a?dl=0

RUOLI DAI CONCORSI RISERVATI BIS – CONVOCAZIONE PRIMA FASE

RUOLI DAI CONCORSI RISERVATI BIS – CONVOCAZIONE PRIMA FASE – Gli aspiranti potranno indicare il proprio ordine di preferenza per le province del Friuli Venezia Giulia (e/o delle combinazioni provincia/classe di concorso in caso di presenza su più graduatorie) da venerdì 19 agosto ore 00.00 fino alle ore 23.59 di sabato 20 agosto 2022.

https://www.dropbox.com/…/m_pi.AOODRFVG.REGISTRO…

 

 

NOMINE IN RUOLO PERSONALE A.T.A. 2022/2023

Emanata la nota prot. DGPER 29238 del 4 agosto 2022 avente per oggetto: “Decreto ministeriale 2 agosto 2022, n. 206 – Disposizioni concernenti le immissioni in ruolo del personale amministrativo, tecnico e ausiliario (A.T.A.) per l’anno scolastico 2022/2023”, unitamente al decreto ministeriale n. 206 del 2 agosto 2022 e ai relativi allegati.
NOTA prot. DGPER 29238 del 4.8.2022
ALLEGATO 1 – Riparto DIRETTORI SERVIZI GENERALI E AMMINISTRATIVI E ASSISTENTI AMMINISTRATIVI
ALLEGATO 2 – Riparto ASSISTENTI TECNICI E COLLABORATORI SCOLASTICI