UTILIZZAZIONI ED ASSEGNAZIONI PROVVISORIE: 13 – 24 LUGLIO

UTILIZZAZIONI ED ASSEGNAZIONI PROVVISORIE: 13 – 24 LUGLIO

Si è svolto in data 08 luglio 2020 in videoconferenza con il MI l’incontro tra le OO.SS. e l’Amministrazione per la firma definitiva del CCNI sulle utilizzazioni ed assegnazioni provvisorie 2019/2022 del personale docente, educativo e ATA, già sottoscritto nell’ipotesi il 12 giugno 2019.

Il testo, terminato l’iter di autorizzazione, sarà di riferimento per le operazioni del prossimo a.s. 2020/2021, che avverranno dal 13 al 24 luglio. Lo Snals-Confsal ha chiesto con forza una tempistica più ampia trovando, però, l’Amministrazione contraria a causa delle numerose procedure attualmente in atto e della necessaria tempistica per la lavorazione delle domande.

SCIOPERO dell’INTERA GIORNATA per lunedì 8 GIUGNO 2020 della Sezione Scuola e dell’Area della Dirigenza del Comparto istruzione e Ricerca

SCIOPERO dell’INTERA GIORNATA per lunedì 8 GIUGNO 2020 della Sezione Scuola e dell’Area della Dirigenza del Comparto istruzione e Ricerca per rivendicare:

• un piano straordinario di investimenti al fine di rendere possibile la ripresa in condizioni di sicurezza delle attività scolastiche in presenza, come peraltro si evince dalla lettura del documento del CTS “Modalità di ripresa delle attività didattiche del prossimo anno scolastico” del 28/05/2020 e pertanto richiedono il coinvolgimento della Presidenza del Consiglio al fine di individuare nuovi investimenti in materia di personale e sostegno dell’offerta formativa, da inserire a partire dal decreto “Rilancio”;

• adeguate risorse economiche, per consentire un necessario potenziamento degli organici, sia per il personale docente che per il personale Ata, condizioni indispensabili per;

• la riduzione del numero di alunni per classe e consentire un a didattica per gruppi ridotti di alunni. Segnalano, inoltre, episodi inaccettabili di gestione in sede locale degli organici che non sembra tenere conto delle indicazioni riguardanti la necessità di prevedere una didattica gestita con gruppi classe di ridotta consistenza;

• il rispetto rigoroso del tetto massimo di 20 alunni per classe in presenza di alunni con disabilità;

• la piena funzionalità alle segreterie scolastiche, garantendo sorveglianza e rigorosa applicazione delle misure di sicurezza e anti-contagio in tutti i plessi e in ogni singolo piano degli edifici • Il consolidamento, a regime, della figura dell’assistente tecnico in tutte le scuole del primo ciclo • la revisione dei parametri per il dimensionamento ottimale delle istituzioni scolastiche, attribuendo DS e DSGA titolari alle istituzioni scolastiche con almeno 500 alunni e individuando come limite massimo 900 alunni per ogni istituzione scolastica;

• L’Assunzione a tempo indeterminato dal 1° settembre 2020 attingendo da graduatoria per soli titoli del personale con almeno tre anni di servizio;

• il Rinnovo delle graduatorie provinciali con procedura on line entro agosto 2020 al fine di consentire l’accesso all’insegnamento ai nuovi aspiranti ed evitare il ricorso alle cosiddette “messe a disposizione”;

• l’emanazione del Bando di un concorso riservato per Dsga riservato agli assistenti amministrativi facenti funzione con almeno tre anni di servizio sul profilo privi del titolo di studio specifico Analoghe rivendicazioni vengono rappresentate per quanto concerne la responsabilità della dirigenza scolastica e le problematiche retributive. Per l’Area della Dirigenza non sono più procrastinabili;

• gli interventi relativi alla responsabilità in materia di sicurezza;

• l’attivazione delle procedure relative alla rilevazione dello stress lavoro correlato dei dirigenti scolastici;

• l’erogazione delle risorse economiche necessarie a compensare il taglio del FUN a partire dall’anno scolastico 2017/18, in applicazione dell’Intesa sottoscritta il 20 dicembre 2019.

Per garantire un funzionamento delle scuole sono inoltre indispensabili specifici investimenti per:

• un piano di formazione di tutto il personale;

• il potenziamento degli strumenti informatici

• assicurare un rinnovo contrattuale che sappia riconoscere le diverse professionalità operanti nel sistema scuola con risorse aggiuntive

• provvedere a incrementare le risorse per il miglioramento dell’offerta formativa

• intervenire in tema di edilizia scolastica se non altro per consentire di lavorare e studiare in edifici sicuri.

Infine, rappresentano la forte contrarietà per la conclusione della vertenza relativa al precariato dei docenti con 36 mesi di servizio ribadendo, ancora una volta, la necessità di interventi per assicurare alle scuole tutti i docenti necessari, attraverso un percorso per soli titoli che valorizzi l’esperienza e la professionalità come anche la mancata attenzione per un apposito percorso di abilitazione semplificato rivolto a tutto il personale docente, anche già di ruolo. Inaccettabile, inoltre, tenuto conto dell’assoluto bisogno di docenti specializzati, l’assenza di opportune soluzioni per assicurare l’immediata stabilizzazione del personale di sostegno con il titolo.

Concorso docenti 2020: i bandi.

Pubblicati in Gazzetta Ufficiale i bandi di concorso per l’insegnamento nella scuola dell’infanzia e primaria e nella secondaria di I e II grado, per un totale di 61.863 posti.

Concorso per il personale docente della scuola dell’infanzia e primaria: domande di partecipazione dalle ore 09.00 del 15 giugno 2020 fino alle ore 23.59 del 31 luglio 2020;
Concorso ordinario per il personale docente della secondaria di I e II grado: domande dalle ore 9.00 del 15 giugno 2020 fino alle ore 23.59 del 31 luglio 2020;
Procedura straordinaria per l’immissione in ruolo di personale docente della scuola secondaria di I e II grado, in linea con quanto previsto dal decreto scuola votato a dicembre dal Parlamento e dedicata specificatamente a chi già insegna e possiede i requisiti indicati dal bando: istanze di partecipazione dalle ore 9.00 del 28 maggio 2020 fino alle ore 23.59 del 3 luglio 2020;
Procedura straordinaria per l’accesso ai percorsi di abilitazione all’insegnamento nella secondaria di I e II grado: istanze potranno dalle ore 09.00 del 28 maggio 2020, fino alle ore 23.59 del 3 luglio 2020.
​​​​​​​
Gazzetta Ufficiale

TFA Sostegno nuovo calendario

Con Decreto prot. 41 del 28.04.2020 il Ministro dell’Università ha modificato come segue il calendario delle date di svolgimento dei test preliminari per l’accesso ai percorsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità, già fissate per tutti gli indirizzi come segue:

  • 22 settembre 2020 prove scuola infanzia;
  • 24 settembre 2020 prove scuola primaria;
  • 29 settembre 2020 prove scuola secondaria di I grado;
  • 1° ottobre 2020 prove scuola secondaria di II grado.

    I corsi di cui al presente ciclo si concluderanno entro il 16 luglio 2021

 

Mobilità 2020-2021

MOBILITA’ 2020/2021 DEL PERSONALE DI RUOLO
PRESENTAZIONE DOMANDE SULLA PIATTAFORMA DEL MINISTERO “ISTANZE ONLINE”
LE SCADENZE ATTUALMENTE PREVISTE SONO LE SEGUENTI:
  • DAL 28/3 AL 21/4 (docenti);
  • 04/5 AL 28/5 (Pers. Educativo);
  • 01/4 AL 27/4 (ATA).
Per chi fosse interessato a produrre domanda di trasferimento con la nostra consulenza, informiamo che l’assistenza alla compilazione della domanda di mobilità è riservata esclusivamente ai colleghi in regola con la quota associativa o che intendano associarsi contestualmente.
TUTTI GLI APPUNTAMENTI SARANNO GESTITI NECESSARIAMENTE A DISTANZA TELEFONICAMENTE, IN VIDEOCONFERENZA  A SECONDA DELL’OPERATORE E DELLE VOSTRE DISPONIBILITA’.

Vai alla modulistica

Coronavirus – didattica online – richiesto dallo SNALS il ritiro della nota MIUR

Si pubblica, a firma del Segretario dello SNALS-Conf.SAL Elvira Serafini e delle altre OO.SS. , la richiesta, indirizzata alla Ministra Azzolina ed al Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione, Bruschi, di ritiro della nota prot.388 del 17/3/2020 “Emergenza sanitaria di nuovo Coronavirus. Prime indicazioni operative per le attività di didattica a distanza”.  

Vedi richiesta oo.ss 

Chiusura uffici fino al 3 aprile

Vista la proroga delle misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019, fino a tutto il 03.04.2020, si comunica la chiusura al pubblico degli uffici della Segreteria provinciale SNALS CONFSAL DI UDINE.
Il CAF rimane aperto al pubblico negli orari pubblicati su questo sito ma riceve per appuntamento.
Gli appuntamenti già fissati verranno nuovamente concordati con gli interessati o realizzati in videoconferenza.

Trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale, di modifica dell’attuale rapporto di lavoro a tempo parziale, di ritorno al tempo pieno

Entro il 15 marzo 2020 è possibile richiedere la trasformazione, a tempo parziale e viceversa, del rapporto di lavoro a tempo indeterminato presso le istituzioni scolastiche.

Vai alla circolare.

Annullato lo sciopero del 6 marzo

Non si effettuerà lo sciopero della Scuola indetto per il 6 marzo. La decisione è stata assunta dai Segretari generali di FLC CGIL, Francesco Sinopoli, CISL FSUR, Maddalena Gissi, UIL Scuola RUA, Pino Turi, SNALS Confsal, Elvira Serafini, FEDERAZIONE Gilda-Unams, Rino Di Meglio, in considerazione dell’emergenza sanitaria in corso, che ha causato fra l’altro la chiusura delle scuole in vaste aree del Paese impedendo lo svolgimento delle assemblee sindacali programmate. La decisione, assunta per senso di responsabilità dai sindacati, risponde anche all’appello diffuso nelle ultime ore dalla Commissione di garanzia di non effettuare le agitazioni già indette in diversi settori lavorativi.

“In questa fase così delicata – affermano i segretari generali dei cinque sindacati – non possiamo non tenere conto dell’emergenza in atto. Da qui la decisione di non effettuare le azioni di sciopero, pur rimanendo confermate tutte le ragioni della loro proclamazione. Ci aspettiamo dalla ministra Azzolina analogo senso di responsabilità con la riapertura di un confronto nel merito di decisioni che confliggono con le nostre richieste e con le intese sottoscritte fra sindacati, Governo e Amministrazione”.

“La convocazione dei sindacati al Ministero per la giornata di domani – aggiungono Sinopoli, Gissi, Turi, Serafini e Di Meglio – sarà l’occasione per esaminare congiuntamente i molti aspetti di una situazione delicata e complessa, in particolare per i temi legati alla gestione del personale che hanno natura prettamente sindacale”.

Sciopero della scuola il 6 marzo

Oggetto: proclamazione sciopero del Comparto Istruzione e Ricerca – Settore Scuola.

Le scriventi OO.SS., nel rivendicare il rispetto di quanto contenuto nel verbale di conciliazione del 19 dicembre 2019, proclamano lo sciopero del Comparto Istruzione e Ricerca – Settore Scuola per l’intera giornata del 6 marzo 2020, con particolare riguardo al personale in condizione di precarietà lavorativa. Tale indizione rappresenta una prima espressione di dissenso per le scelte politiche in materia di gestione del personale della scuola. A questa le scriventi OO.SS. si riservano di far seguire ulteriori iniziative.

In particolare denunciano che:

• non è stato portato a positiva conclusione l’unico tavolo attivato relativo all’attuazione del D.L.126/19, convertito come L.159/2019. Il confronto, tenutosi ai sensi del punto 3 del citato verbale del 19 dicembre 2019, doveva condurre alla definizione di procedure di reclutamento tali da riconoscere “la professionalità acquisita, grazie alla quale è stato possibile assicurare la funzionalità del sistema dell’istruzione”, come previsto dall’Intesa del 24 aprile 2019 sottoscritta dallo Organizzazioni Sindacali del comparto e dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. In particolare si evidenzia che è stato disatteso quanto previsto nell’Intesa del 24 aprile 20109, nella quale si condivideva l’esigenza di individuare “le più adeguate e semplificate modalità per agevolare l’immissione in ruolo del personale docente che abbia una pregressa esperienza di servizio pari ad almeno 36 mesi di servizio”; risponde a tale esigenza la necessità di garantire ai candidati ogni opportunità di preparazione e di preventiva esercitazione.

•  non sono state attivate le procedure contrattuali o legislative per portare a soluzione il problema degli assistenti amministrativi, privi di titolo di studio specifico, che hanno svolto per almeno tre anni le funzioni dei Dsga;

•  non è stato avviato il confronto politico in merito ai
, rispetto ai quali deve trovare riconoscimento l’esperienza professionale acquisita

Tali percorsi devono riguardare anche i docenti di ruolo della scuola statale, i docenti non abilitati delle scuole paritarie e dei centri di formazione professionali;

•  non è stato convocato il tavolo di contrattazione nazionale integrativa sulla mobilità, territoriale e professionale, del personale docente, educativo ed ATA.

 

Roma, 14 febbraio 2020

 

FLC CGIL

Francesco Sinopoli

CISL FSUR

Maddalena Gissi

UIL Scuola RUA

Giuseppe Turi

SNALS Confsal

Elvira Serafini

GILDA Unams

Rino Di Meglio