CORSO PREPARAZIONE AL PROSSIMO CONCORSO PER DSGA 2022

In attesa del prossimo concorso per il profilo di DSGA previsto per l’anno in corso 2022, su iniziativa della Segreteria Snals di Udine in collaborazione con quella di Roma, si allegano le modalità e il programma di partecipazione al corso a distanza di preparazione alle prove.
ADESIONE CON MANIFESTAZIONE D’INTERESSE ALLA SEGRETERIA PROVINCIALE DI UDINE ENTRO E NON OLTRE GIOVEDI’ 31 MARZO 2022 E SUCCESSIVA REGISTRAZIONE ONLINE SULL’APPOSITO PORTALE DEL CORSO DELLA SEGRETERIA DI ROMA ENTRO E NON OLTRE VENERDI’ 01 APRILE 2022.

CORSO PREPARAZIONE AL TFA VII CICLO SOSTEGNO – Scuola dell’infanzia, Scuola primaria, Scuola secondaria di I e II grado

In attesa della prossima emanazione dell’apposito bando, su iniziativa della Segreteria Snals di Udine in collaborazione con quella di Roma, si allega modalità e programma di partecipazione al corso a distanza di preparazione al prossimo TFA VII CICLO SOSTEGNO per la Scuola dell’infanzia, la Scuola primaria, la Scuola secondaria di I e II grado.
ADESIONE CON MANIFESTAZIONE D’INTERESSE ALLA SEGRETERIA PROVINCIALE DI UDINE ENTRO E NON OLTRE LUNEDI’ 28 MARZO 2022 E SUCCESSIVA REGISTRAZIONE ONLINE SULL’APPOSITO PORTALE DEL CORSO DELLA SEGRETERIA DI ROMA ENTRO E NON OLTRE MARTEDI’ 29 MARZO 2022
friuli.ud@snals.it

AZIONE LEGALE N. 2 RICORSO PER OTTENERE LA CARTA DOCENTE A FAVORE DEI PRECARI-AGGIORNATO-

Il Consiglio di Stato, con sentenza del 16 marzo 2022 n. 1842, ha stabilito il diritto dei docenti precari alla Carta del docente; difatti, il collegio ha annullato gli: “atti impugnati nella parte in cui non contemplano i docenti non di ruolo tra i destinatari della Carta del docente”.

All’uopo si fa presente che anche altri Tribunali del lavoro hanno stabilito il diritto dei precari all’assegnazione della “carta elettronica” per l’aggiornamento e la formazione prevista dall’art. 1, comma 12, della legge 107/2015 (Trib. di Arezzo del 22.10.2019, Corte di Appello di Roma, sentenza sez. II, 11.03.2019, n. 1077), inoltre, si evidenzia anche che, ad oggi, della questione è stata interessata la Corte di Giustizia Europea.

Si invitano gli interessati al ricorso ad:

  1. inviare la diffida scaricabile sotto al fine di interrompere i termini di prescrizione quinquennale;
  2. inviare la diffida con PEC o con raccomandata A/R a MIUR, USP e Scuola di servizio attuale completando il modulo con i propri dati;
  3. ricevute le distinte di avvenuta ricezione da parte dei destinatari, inviarle, unitamente alla copia della diffida trasmessa con firma, con manifestazione di interesse all’AZIONE LEGALE n° 2 – CARTA DOCENTE a udine.legale@snals.it

Si prevede un costo di adesione di 100€ da versare quando verrà richiesto dall’ufficio legale dello SNALS di Udine.

Possono aderire i docenti precari al 30/6 o 31/8 di ogni ordine e grado iscritti allo SNALS di Udine, non sono utili le supplenze diverse da quelle annuali al 30/06 o 31/08.

Il personale educativo non è compreso tra i ricorrenti di questa Azione Legale n. 2.

L’adesione alla presente termina il 30/04.

diffida

 

MOBILITA’ PER L’A.S. 2022/2023 – DEL PERSONALE DI RUOLO DOCENTE, EDUCATIVO E ATA

MOBILITA’ 2021/2022 DEL PERSONALE DI RUOLO – PRESENTAZIONE DOMANDE SULLA PIATTAFORMA DEL MINISTERO “ISTANZE ONLINE”
  • DAL 29/3 AL 13/4 – Pers. Docente – pubblicazione movimenti 17/5/22
  • DAL 29/3 AL 05/5 – Pers. Educativo – pubblicazione movimenti 17/5/22
  • DAL 29/3 AL 26/4 – IRC – pubblicazione movimenti 30/5/22
  • DAL 29/3 AL 15/4 – Pers. ATA – pubblicazione movimenti 27/5/22
Si FA PRESENTE CHE il blocco quinquennale per tutto il personale docente è stato ridotto a triennale.
Possono presentare domanda:
– tutti i docenti immessi in ruolo negli anni 2019/20, 2020/21 e 2021/22
– i docenti trasferiti d’ufficio o a domanda condizionata
– i docenti che hanno ottenuto mobilità chiedendo codice del comune.
Non possono presentare domanda:
– i docenti che hanno chiesto  la mobilità l’anno scorso chiedendo il codice specifico dell’istituto perchè avendolo ottenuto sono bloccati per tre anni.
PER TUTTI: CON LA MOBILITA’ DI QUEST’ANNO, CI SARA’ IL BLOCCO TRIENNALE SULLA SEDE OTTENUTA , INDIPENDENTEMENTE SE RICHIESTA CON CODICE SPECIFICO DELL’ISTITUTO O SE CON QUELLO DEL COMUNE.

Concorso materie STEM 2022 – Candidatura entro il 16 marzo 2022

E’ possibile partecipare al nuovo concorso STEM 2022 attraverso la piattaforma Istanze Online per le classi di concorso A020 – Fisica, A026 – Matematica, A027 – Matematica e fisica, A028 – Matematica e scienze, A041 – scienze e tecnologie informatiche. Le candidature devono pervenire entro il 16 marzo unicamente attraverso il portale Istanze Online.

Vedi pagina dedicata del Ministero.

Sito MIUR Concorso STEM 2022

 

PENSIONAMENTI 2023 – CONFERMA REQUISITI PER IL 2023/2024

L’INPS, con la circolare n. 28 del 18.02.2022, ha reso noto che dal 1° gennaio 2023 e fino al 31.12.2024, i requisiti di accesso ai trattamenti pensionistici, normalmente collegati alla speranza di vita, non subiranno variazioni.

Sono quindi confermati tutti i requisiti per l’accesso alla pensione di vecchiaia, anticipata e di anzianità:

 

Tipologia Pensione Periodo Requisito/ età anagrafica/Contributi
Vecchiaia Dall’1.01.2023

al 31.12.2024

67 anni

Minimo 20 anni di contribuzione

Pensione Anticipata Dall’1.01.2023

al 31.12.2026

Uomini  42 anni e 10 mesi

Donne   41 anni e 10 mesi

Pensione Anticipata

Soggetti contributivo puro (contr. dal 1.01.1996)

Dall’1.01.2023

al 31.12.2024

64 anni di età

20 anni di contribuzione

Importo minimo € 1.280.

(2,8 volte assegno sociale)

Pensione Anzianità

Lavoratori Precoci

(1 anno contributi prima dei 19 anni)

(appartenere a categorie – disoccupati, caregirver, invalidi e lavori gravosi)

Dall’1.01.2023

al 31.12.2026

41 anni di contribuzione

 

Il Governo e le parti sociali hanno già aperto tavoli di confronto per trovare una soluzione alla flessibilità in uscita nell’intento di attuare una possibile riforma delle pensioni.

Se non si legifererà in merito entro la fine del 2022 o nella legge di bilancio, non saranno più utilizzabili le cessazioni per quota 102, prevista solo per il 2022, e opzione donna contributiva, che, con l’attuale proroga, permette l’accesso al pensionamento alle donne che hanno raggiunto i requisiti entro il 31.12.2021 (38 anni di contribuzione e 58 anni di età).

Resta comunque la possibilità di utilizzare nei prossimi anni, per coloro che hanno già raggiunto i requisiti richiesti per quota 100, 102 e opzione donna entro le date utili, la cristallizzazione del diritto acquisito.

Scadute le misure sopra indicate si continuerà ad andare in pensione secondo le regole della legge Fornero e dell’Ape Sociale, qualora venisse ulteriormente prorogata.

AVVIO CONCORSO ORDINARIO 2020 SCUOLA SECONDARIA DI I E II GRADO

È stato pubblicato sul sito MIUR il calendario delle prove scritte per il Concorso Ordinario 2020 della scuola secondaria di I e II grado

Le prove inizieranno lunedì 14 marzo 2022 con la Classe di concorso sostegno II grado nel turno pomeridiano (dalle 14:30 alle 16.10) e termineranno mercoledì 13 aprile con la classe di concorso BC02 – B026 – B005 – B009, sempre nel turno pomeridiano.

Le prove saranno sostenute nella Regione per la quale le candidate e i candidati hanno presentato domanda di partecipazione, e nelle sedi individuate dagli Uffici Scolastici Regionali competenti per territorio.

Le classi di concorso non calendarizzate saranno oggetto di successive comunicazioni.

COMUNICAZIONE Direttore Generale Daniela BELTRAME

AVVISO CONCORSO ORDINARIO 2020 DOCENTI SCUOLA SECONDARIA

CALENDARIO DELLE PROVE

LINK PROCEDURE CONCORSUALI USR FVG

ERRORI NELLE GRADUATORIE DI TERZA FASCIA DEL PERSONALE ATA PER IL TRIENNIO 2021/23

ERRORI NELLE GRADUATORIE DI TERZA FASCIA DEL PERSONALE ATA PER IL TRIENNIO 2021/23.

In merito alle graduatorie ATA (disciplinate dal DM n. 50 del 03.03.2021),  la nota del M.I. del 23.07.2021 n. 23007 ha stato stabilito la sanabilità della domanda : «(…) laddove gli errori o le mere irregolarità risultino agevolmente riscontrabili, in base ad elementi contenuti nelle stesse (domande presentate dai candidati) ovvero da informazioni presenti al SIDI (es. servizi svolti, ove effettivamente sussistenti e comprovati, e proposti dal sistema informatico) e non si renda, pertanto, necessaria un’integrazione postuma della documentazione al di fuori dei termini di presentazione della domanda».

Sulla uniformità di comportamento delle scuole di una stessa provincia/regione, alcuni USR hanno diramato indicazioni per l’accoglimento dei reclami.

Qualora le Istituzioni scolastiche, a seguito di richiesta degli interessati, non provvederanno alla prevista correzione degli errori, l’Ufficio Legale ha predisposto la bozza del ricorso da proporre dinanzi al Giudice del Lavoro.

Il principio di diritto da far valer in sede giudiziaria è quello dell’obbligo dell’impiego del c.d. “soccorso”, come imposto dall’art. 6 legge del 7 agosto 1990, n. 241, a rettifica di domande di partecipazione ad un concorso errate o insufficienti [per analogia: Consiglio di Stato, sentenza n. 7975/2019; TAR Veneto, sentenza n. 144/2017].

Per azionare la tutela è possibile rivolgersi all’ufficio del contenzioso della segreteria provinciale udine.legale@snals.it

DOCUMENTI PER LA COMPILAZIONE DELLA DSU-ISEE 2022 – SCADENZA ISEE 31.12.2022

SP 91 – SNALS di Udine – Via R. D’Aronco n. 8 – Tel. 0432 21457

ELENCO DOCUMENTI PER LA COMPILAZIONE DELLA DSU-ISEE 2022* – SCADENZA ISEE 31.12.2022

*Per l’elenco completo consultare D.M. – Ministero del lavoro e delle politiche sociali 7.11.2014

Per il DICHIARANTE

  • documento d’identità in corso di validità, leggibile in ogni sua parte;
  • carta di soggiorno per i cittadini extracomunitari.

Per il NUCLEO FAMILIARE

  • contratto di locazione registrato per coloro che risiedono in affitto (da cui desumere intestatario, estremi di registrazione e importo del canone annuale);
  • per assegnatari d’alloggi pubblici (ATER), ultima fattura (bollettino) relativa all’affitto.

Per ciascun COMPONENTE DEL NUCLEO FAMILIARE

  • codice fiscale o tessera sanitaria;
  • certificazione attestante la condizione di invalidità, inabilità o handicap (se all’interno del nucleo ricorre tale casistica).

Redditi percepiti nel 2020

  • Modello 730/2021 – Modello PF 2021 – CU 2021;
  • Modello IRAP per gli imprenditori agricoli;
  • redditi assoggettati a imposta sostitutiva o a ritenuta a titolo d’imposta: es. premi di risultato aziendale, redditi derivanti da prestazioni rese da incaricati alle vendite a domicilio, ecc.;
  • redditi esenti da imposta, es. compensi percepiti per attività sportive dilettantistiche fino a euro 10.000,00, borse di studio,voucher, compensi per scrutatori, compensi percepiti per i volontari del servizio civile, ecc.;
  • redditi da lavoro prestato all’estero tassati esclusivamente all’estero;
  • pensioni estere non indicate sulla dichiarazione dei redditi, es. AVS Svizzera;
  • certificazione relativa ai redditi di lavoro prestato nelle zone di frontiera o altri paesi limitrofi;
  • reddito lordo dichiarato ai fini fiscali nel paese di residenza dagli appartenenti al nucleo iscritti nelle anagrafi dei cittadini italiani residenti all’estero (AIRE);
  • redditi fondiari di beni situati all’estero non locati soggetti alla disciplina dell’IVIE;
  • trattamenti assistenziali, previdenziali e indennitari non soggetti a IRPEF (ad esclusione di quelli erogati dall’Inps o percepiti in ragione della condizione di disabilità), es. contributi comunali, regionali, assegni familiari percepiti dai dipendenti pubblici (in quanto non erogati dall’INPS), sostegno al reddito, ecc.
  • assegni periodici effettivamente percepiti nel 2020 dall’ex coniuge per sé e per i figli.

Patrimonio mobiliare, posseduto anche all’estero, nell’anno 2020

Saldo al 31/12/2020 e giacenza media annua 2020 (eventuale data inizio/data chiusura rapporto se avvenuta nel corso del 2020) delle seguenti componenti mobiliari:

  • conti correnti bancari e postali;
  • conti depositi a risparmio;
  • libretti di risparmio postale;
  • conto terzi/individuale globale;
  • carte prepagate con IBAN.

Saldo al 31/12/2020 delle seguenti componenti mobiliari:

  • depositi bancari/postali, titoli di stato, obbligazioni, azioni, buoni fruttiferi, ecc.;
  • azioni o quote di organismi di investimento collettivo di risparmio (O.I.C.R.) italiani o esteri;
  • masse patrimoniali costituite da somme di denaro o beni in gestione a soggetti abilitati;
  • contratti di assicurazione mista sulla vita e di capitalizzazione;
  • altri strumenti e rapporti finanziari, es. carte prepagate senza IBAN, libretto Coop, ecc.;
  • partecipazioni in società e imprese individuali: valore del patrimonio netto dell’ultimo bilancio approvato e, se non dovuto, delle rimanenze finali (compilare l’apposito modello).

Patrimonio immobiliare posseduto, anche all’estero, al 31/12/2020

  • certificazione attestante i dati degli immobili posseduti in Italia e all’estero: terreni (reddito dominicale), fabbricati (rendita e categoria catastale), aree fabbricabili (valore venale);
  • quota di capitale residua al 31/12/2020 di mutui contratti per l’acquisto o la costruzione degli immobili.

Autoveicoli e altri beni durevoli posseduti alla data della presentazione della DSU-ISEE

Per ogni veicolo (autoveicolo, motoveicolo di cilindrata di 500 cc o superiore, nave, imbarcazione da diporto) posseduto alla data di presentazione della DSU deve essere indicato: tipologia di veicolo, targa o estremi di registrazione presso il competente registro, indicazione dei proprietari all’interno del nucleo familiare.

 

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

 

 Isee Corrente

 

I Requisiti per richiedere l’ISEE Corrente sono i seguenti:

  • possedere una dichiarazione ISEE in corso di validità;
  • variazione della condizione lavorativa di uno o più membri del nucleo familiare;
  • variazione del reddito familiare superiore al 25 per cento rispetto a quanto certificato nell’Isee ordinario.

Documenti da esibire:

  • Estremi della Dsu ordinaria già presentata presso il ns. Caf;
  • documentazione attestante la variazione della condizione lavorativa (es. lettera di licenziamento, cessazione partita IVA, ecc);
  • tutti i trattamenti percepiti negli ultimi 12 mesi (solo per i dipendenti a tempo indeterminato, in alternativa, è possibile indicare tutti i trattamenti percepiti negli ultimi 2 mesi).

Prestazioni per il diritto allo studio Universitario e/o Minorenni

con genitore non coniugato e non convivente

Se il genitore esterno non è coniugato né convivente con il genitore del beneficiario, è necessario verificarne la posizione.

 

Se il genitore non convivente rientra nella casistica “separato” tale genitore non sarà considerato in alcun modo nella Dsu del minore/studente.

 

Se ricorrono i seguenti casi, non occorre indicare i dati reddituali e patrimoniali del genitore esterno, ma solamente il suo codice fiscale, cognome e nome:

  • è tenuto a versare assegni periodici per il mantenimento dei figli stabiliti dall’autorità giudiziaria;
  • è escluso dalla potestà sui figli o soggetto a provvedimento di allontanamento dalla residenza familiare;
  • è stata accertata dalle amministrazioni competenti l’estraneità del genitore in termini di rapporti affettivi ed economici;
  • si è verificato uno dei casi di cui all’art. 3 della legge 1° dicembre 1970, n. 898 e successive modificazioni, ed è intervenuto un provvedimento di scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio (divorzio) contratto con l’altro genitore.

 

Se non ricorrono i suddetti casi, verificare ulteriormente la condizione del genitore esterno:

  • il genitore è coniugato e/o ha figli con persona diversa dal dichiarante, risulta essere componente aggiuntiva;
  • il genitore non rientra in nessuna delle predette condizioni, risulta essere componente attratta.

In questi ultimi due casi, oltre al codice fiscale, cognome e nome del genitore esterno, occorre il protocollo INPS della Dsu del genitore non convivente oppure dovranno essere inseriti i suoi dati reddituali e patrimoniali.

Il genitore non convivente si considera facente parte del nucleo familiare del beneficiario della prestazione ai soli fini dell’accesso alle prestazioni “per figli minorenni o prestazioni per il diritto allo studio universitario”.

Prestazioni socio sanitarie residenziali a ciclo continuo

Data di richiesta del ricovero.

In caso di donazioni, di cespiti, indicare Codice Fiscale del beneficiario della donazione e dati completi dell’immobile.

Se il beneficiario della prestazione ha figli non compresi nel proprio nucleo, salvo il caso di:

  1. disabilità o non autosufficienza del figlio stesso o un suo componente del nucleo;
  2. accertata estraneità affettiva ed economica del figlio stabilita con provvedimento;

per ogni figlio non compreso nel nucleo, occorre il protocollo INPS della Dsu oppure dovranno essere inseriti i dati reddituali e patrimoniali.

1.2022

CONCORSO INFANZIA E PRIMARIA (2020), PARTENZA IL 13 DICEMBRE

Prove scritte dal 13 al 21 dicembre. 76.757 domande per 12.863 posti.
Le prove scritte, che si faranno al computer, avranno luogo nella regione per la quale il candidato ha presentato domanda di partecipazione. Ciascuna prova avrà la durata di 100 minuti. Sono 12.863 i posti a bando, 76.757 le domande pervenute per la partecipazione.
Avviso relativo alla pubblicazione del D.D. 18 novembre 2021 n. 2215, che ha modificato ed integrato il D.D. 21 aprile 2020 n. 498, inerente il concorso per titoli ed esami per l’accesso ai ruoli del personale docente della scuola dell’infanzia e primaria su posto comune e di sostegno ed alla pubblicazione del calendario ministeriale.
Convocazioni prove scritte del concorso ordinario, per titoli ed esami, finalizzato al reclutamento del personale docente per i posti comuni e di sostegno della scuola dell’infanzia e primaria